21 Ottobre 2019
[]
news

Trasalpina bike: il racconto di una pedalata pr la ciclovia da Monaco di Baviera a Venezia

09-10-2013 11:53 - Bassano del Grappa
Gianni Celi

Ottimo il connubio Panathlon-Veterani dello sport per un´iniziativa di vasta portata che mira a creare una ciclabile con partenza da Monaco di Baviera ed arrivo a Venezia. L´idea era partita anni addietro da un socio dei Veterani dello sport della sezione di Bassano del Grappa, Aldo Perin. S´era arenata, dopo un´esperienza quinquennale, per vari motivi. Quest´anno, grazie all´impegno di una terna d´eccezione formata da Aldo Perin, padre nobile della proposta, dal presidente della sezione bassanese dei Veterani dello sport, Rino Piccoli, e dal segretario Carmine Abate, il progetto è stato rispolverato e rilanciato alla grande con l´aiuto sostanziale del Panathlon International, il cui presidente ed amico, il giornalista Giacomo Santini, ha titolato questa "Transalpina bike", nientemeno che "Route 1 du Panathlon".
"Con questo importante biglietto da visita - spiega Rino Piccoli - abbiamo potuto chiedere un´attenzione maggiore ai club della Baviera, del Tirolo austriaco e del Veneto ed il successo è stato assicurato.
Ma vediamo in sintesi il percorso di questa probabile ciclabile lunga 570 chilometri.
Partenza da Marienplatz, cuore di Monaco. Si comincia a pedalare lungo le sponde dell´Isar, il fiume che bagna il capoluogo bavarese. Erano due le comitive quest´anno: una formata da amanti della bici da corsa ed una seconda, ristretta, di cicloturisti veri e propri con mountain bike e borse appresso. Dopo la cittadina di Grunwald, il gruppo si divide e , mentre i ciclisti corrono su asfalto, i cicloturisti imboccano lo sterrato che segue il fiume fino a Bad Tolz. Da qui, questi ultimi, proseguono , seguendo sempre il corso dell´Isar raggiungendo Lengriess e proseguendo fino al bivio per Wallgau dove la strada si discosta dall´acqua e sale verso Wallgau, prima , e Krun dopo. Una salita fra colline da favola copre gli ultimi chilometri prima di scendere nell´affrescatissina cittadina di Mittenwald, ai confini con l´Austria
All´indomani via verso l´altopiano di Leutasch ampio, spazioso, dominato da pareti vertiginose, paradiso dei fondisti d´inverno. Lunga e ripida discesa fino a Telfs e immediato l´inserimento nella ciclabile dell´Inn che accompagna i pedalatori nel cuore di Innsbruck.
Da Innsbruck (574 metri di altitudine), seguendo l´antica via romana che corre al di là dell´autostrada e della statale, si arriva al Passo del Brennero (1372 metri). E´ questo l´unico punto critico, quanto a difficoltà, dell´intero percorso. Splendida la nuovissima ciclabile che scende dal Brennero fino a Colle Isarco. Da Vipiteno la ciclabile dell´Alta Valle Isarco ti fa arrivare a Bressanone.
Sempre su ciclabile si riparte poi per Bolzano e Trento. Qui, per evitare le gallerie di valle, ci si arrampica lungo la strada che sale a Civezzano e poi, raggiunta Pergine, si passa fra frutteti rigogliosi arrivando a San Cristoforo, Calceranica e Caldonazzo da dove si imbocca la ciclopista della Valsugana , bellissima e molto frequentata, che termina a due passi dall´antico cippo originale che ricorda, da un lato, l´inizio del territorio del Regno d´Italia e, dall´altro , quello dell´Impero di Austria e Ungheria.
Si passa per Primolano inserendosi, al di là del ponte sul Brenta, nella ciclabile che termina alla Piovega di Sotto (Birreria Cornale). Proseguiamo quindi lungo la comunale della Valgadena prima e della provinciale Campesana Valvecchia, da Valstagna, poi, raggiungendo felicemente Bassano.
Ultima trasferta passando per Cittadella, Castelfranco, Zerobranco e arrivo al Parco San Giuliano a Mestre.
Il gruppo dei ciclisti arriva alla Punta della Dogana, proprio di fronte a San Marco dove si svolge la cerimonia conclusiva.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata